Se stai cercando di risolvere un problema di umidità e muffa nella tua abitazione vi sono diversi rimedi che possono contrastare l’insorgere di questo fastidioso fenomeno.

Se la tua abitazione presenta macchie dovute all’umidità, è possibile adottare diversi sistemi che permettono il risanamento della parete e il ripristino di condizioni ottimali per la salubrità dell’ambiente.

Il problema principale dell’umidità deriva dal fatto che l’acqua evaporando può creare aloni e muffe, infatti quando l’acqua filtra dal sottosuolo attraverso una parete, trasporta sali minerali in essa presenti, e con il processo di evaporazione, i sali cristallizzano aumentando di volume, provocando una spinta che porta al distacco dell’intonaco con la formazione di macchie e muffe.

Nel caso di ristrutturazioni in cui si prevede di intervenire sulle pareti perimetrali, si possono adottare diversi tipi di sistemi per contrastare il fenomeno dell’umidità, principalmente grazie a barriere meccaniche o chimiche. Essenzialmente si tratta di impedire che l’umidità possa risalire, oppure si fa in modo di smaltirla rapidamente.

Nel caso di barriere meccaniche vengono praticati dei tagli nella parte inferiore della zona dove si concentra il problema e successivamente viene iniettata una miscela cementizia con l’inserimento di profilati che fanno da barriera alla risalita dell’acqua dal basso verso l’altro.

Un’altra soluzione consiste nel metodo dell‘iniezione chimica che crea una barriera impermeabile all’interno della muratura grazie all’iniezione di resine speciali, praticate nel muro ad intervalli definiti. Il lavoro viene eseguito grazie a personale tecnico specializzato e richiede almeno 24 ore di applicazione. In particolare si tratta di resine a base di silicone che vengono spinte nelle murature mediante trasfusori a lenta cessione. Ad una certa altezza della muratura vengono praticati dei fori profondi 5-8 cm in base allo spessore del muro, e distanziati tra loro di circa 15 cm.

Il tubo diffusore viene disposto all’interno dei fori e dopo l’applicazione delle bottiglie contenenti la resina, si chiudono i fori con stucco, per evitare la fuoriuscita della resina che resta bloccata all’interno del muro. Quando lo stucco è completamente asciutto, è possibile iniziare la trasfusione della resina per un tempo che non supera le 24 ore di applicazione.

  • Vuoi conoscere i prezzi? Ricevi fino a 4 Preventivi dai migliori professionisti della tua zona.
  • Condizioni d'uso e Privacy policy
Umidità e Muffe: Ecco le Soluzioni 5.00/5 su 4 Voti