Stai pensando di installare un impianto solare sul tetto? ecco quello che dovresti sapere.

Gli impianti solari per la produzione di acqua calda possono essere di due tipi: sistemi a circolazione naturale e sistemi a circolazione forzata.

Dal punto di vista impiantistico, i sistemi a circolazione naturale rappresentano una soluzione più semplice e meno costosa rispetto a quelli a circolazione forzata in cui vengono installati una serie di elementi di gestione e controllo per consentire il corretto funzionamento ed ottenere il massimo rendimento.

Impianti a circolazione naturale
I pannelli vanno poggiati sulle staffe, quindi si procede con il collegamento tra i vari collettori. E’ importante curare l’orizzontalità frontale per evitare difficoltà di circolazione del fluido.

Il serbatoio viene collocato in alto e fissato saldamente, collegandolo alla serpentina dei pannelli. Dopo aver praticato un’apertura nella copertura del tetto e del solaio, vengono inserite le tubazioni isolate di mandata e ritorno dell’acqua da riscaldare. Tali tubazioni vanno poi collegate ai raccordi presenti sul serbatoio. Le tubazioni vanno protette con guaine a tubo avendo cura di sigillare le giunzioni per evitare qualunque tipo di perdita.

Con uno uno speciale fluido si riempie il circuito interno, i pannelli e il serbatoio. Il fluido servirà per trasportare calore dai pannelli alla serpentina interna del serbatoio che riscalda l’acqua. L’acqua da riscaldare proviene da un tubo di adduzione acqua fredda. Quindi, dopo che l’acqua è stata riscaldata dentro il serbatoio, questa esce seguendo un tubo collegato attraverso un giunto by-pass all’impianto di utilizzo.

Impianti a circolazione forzata
I collettori termici sono collegati ad un gruppo di controllo che rileva la temperatura raggiunta dal liquido nel pannello e quella dell’acqua contenuta all’interno del serbatoio.

Se il liquido nei pannelli è più caldo dell’acqua nel serbatoio, la centralina fa partire una pompa che spinge il liquido all’interno del circuito in modo da farlo passare attraverso la serpentina presente nel serbatoio.

Attraverso tale serpentina avviene il passaggio del calore dal liquido all’acqua del serbatoio, che entra quindi nel circuito dell’acqua sanitaria della casa. L’installazione di questo tipo di impianto risulta molto semplificata se si acquista un kit completo di ogni componente di circuitazione e controllo.

Le tipologie di impianto possono essere molto diversificate in funzione della potenzialità dei pannelli e del genere di caldaia abbinata. Qualunque sia la scelta, sia che si tratti di un sistema a circolazione naturale o di un sistema a circolazione forzata, in entrambi i casi l’installazione deve essere eseguita da personale specializzato poiché l’impianto viene montato su strutture sopraelevate potenzialmente pericolose per chi non è dotato di adeguati mezzi di sicurezza.

  • Vuoi conoscere i prezzi? Ricevi fino a 4 Preventivi dai migliori professionisti della tua zona.
  • Condizioni d'uso e Privacy policy
Impianti Solari a Circolazione Naturale e Forzata 5.00/5 su 1 Voti